I portici a Torino

Tra le bizzarrie di Casa Savoia, la più curiosa è quella di aver fatto erigere nel 1615, per volontà dal sovrano Vittorio Emanuele I, i portici quasi ininterrotti lungo il centro di Torino. La ragione?  Poter passeggiare da Palazzo Reale a piazza Vittorio Veneto anche durante le giornate uggiose evitando la pioggia.

La città sabauda possiede, grazie ai vizi reali, la più ampia zona pedonale d’Europa. Lastricati con stili diversi, dalla pietra grigia di via Po al marmo di via Roma i portici torinesi, nel frattempo diventanti 18 km sono un caso urbanistico, architettonico, estetico e socio-economico unico al mondo.

Ancora oggi, volendo ci si può cimentare in un giro con le comodità reali, le cosiddette “vasche” del centro, percorrendo le vie più antiche della città, chiacchierando e facendo shopping, tra negozi, caffè e locali .

Portici
10100 Torino TO
Italy