Castello del Roccolo

Poco distante da Busca, su una piccola altura, s’innalza il castello del Roccolo, circondato dal suo parco. E’ stato edificato nel 1831 dal marchese Roberto Tapparelli D’Azeglio, fratello del più celebre Massimo, che ha voluto occuparsi personalmente del progetto senza ricorrere ai consigli di architetti professionisti. Il castello che deve il suo nome ai “roccoli”, cioè alle reti che venivano utilizzate per l’uccellagione, è stato costruito per essere ameno luogo di villeggiatura durante i mesi più caldi. Sensibile alla moda dell’epoca, Roberto D’Azeglio s’ispira allo stile neogotico e romantico e fonde armoniosamente nell’edificio archi moreschi, merli ghibellini, rosoni e decorazioni floreali. E’ caratterizzato da finestre contornate da archi acuti in cotto e da late torri coronate da merli ghibellini. Il grande parco che circonda il castello si estende su 500.000 metri quadri che si sviluppa in terrazze digradanti sul lato principale, tra laghi, cascate e sentieri panoramici.
Recentemente sono state restaurate le cascate e la monumentale serra che ospita spesso mostre floreali.
Nel periodo del suo massimo sono stati ospitati nel castello la regina Margherita e lo scrittore Silvio Pellicco al rientro dalla prigionia nel carcere dello Spielberg.

Strada Romantica
12022 Busca CN
Italy
Telefono 
+39 0171 618260

Informazioni visite

Accessibilità

Altre informazioni