Tu sei qui

KRISHNA, IL DIVINO AMANTE

28/04/2021 - 26/09/2021

Il 28 aprile il MAO inaugura una nuova mostra: Krishna, il divino amante, un’esposizione di dipinti religiosi accompagnati da componimenti poetici ascrivibili alla corrente devozionale della bhakti. La mostra è visitabile fino al 26 settembre.
La collezione d’opere d’arte proveniente dall’Asia meridionale comprende quattro dipinti religiosi incentrati sulla figura del dio Krishna, di cui tre di notevoli dimensioni. L’esposizione si propone di mostrare al pubblico questo tipo di produzione pittorica (picchavai), affiancata da una selezione di poesie, nell’ottica di esaltare attraverso la visita il concetto di esperienza estetica cara alla tradizione indiana, il rasa. Il termine rasa, che significa “succo”, “essenza” o “gusto”, indica un particolare stato emozionale che è intrinseco all’opera d’arte, sia essa visiva, letteraria o musicale, e che riesce a suscitare nello spettatore la corrispondente disposizione d’animo.
I pichavai, opere pittoriche delle scuole del Rajasthan, sono grandi dipinti devozionali su tela libera consacrati al dio Krishna, una delle divinità indiane più conosciute in Occidente, manifestazione terrena del dio Vishnu e fulcro della corrente devozionale della bhakti. I dipinti, di grande espressività artistica, raccontano la vita terrena del dio Krishna attraverso una serie di contesti diversi, che variano nel corso dell’anno in base al calendario delle festività relative alla divinità. Di particolare rilievo sono le raffigurazioni denominate Raslila, che rappresentano Krishna mentre intesse giochi amorosi con le giovani mandriane (gopi) nei boschi di Vrindavan, luogo dove la tradizione religiosa colloca la sua giovinezza. Lila significa appunto “gioco” e nell’ambito della corrente devozionale della bhakti questo termine è inteso in senso simbolico: le anime umane sono viste come “amanti” passionali del dio “amato”, rapite estaticamente in una danza amorosa con la divinità, come le gopi con Krishna.
Fra i versi che accompagnano i dipinti, il più antico risale alla Bhagavad-gita, uno dei testi sacri per eccellenza della tradizione hindu e di fondamentale importanza nel contesto delle correnti devozionali krishnaite, che risale al II secolo a.C. e che celebra la maestosità universale del Beato, epiteto attribuito a Krishna. 

Categoria 
Mostre
10100
Italy
Telefono 
+39 0114436932
Periodo
Mercoledì 28 Aprile 2021 - Domenica 26 Settembre 2021
Orari 
Mercoledì:
13:00-20:00
Giovedì:
13:00-20:00
Venerdì:
13:00-20:00
Sabato:
10:00-19:00
Domenica:
10:00-19:00
Prezzo 

€ 10,00 Intero € 8,00 Ridotto compreso tra 18 e 25 anni; maggiore 65 anni € 0,00 Gratuito disabili; minore 18 anni; possessori di Abbonamento Musei; possessori Torino+Piemonte Card € 14,00