Tu sei qui

Il colle Colombardo

Punto di partenza

10070 Lemie TO
Italy

Punto di arrivo

Italy
Lunghezza 
11,00 km
Tempo di percorrenza 
6 ore
Quota massima 
1.891 m
Dislivello salita 
667 m
Dislivello discesa 
667 m
Fruizione 
Racchette da neve
Provincia 
Torino
Regione 
Piemonte

Il Colle del Colombardo è un valico alpino delle Alpi Graie, che collega la bassa Val di Susa con la Valle di Viù.

Secondo un'antica leggenda, nella zona del colle sono nascosti dei tesori appartenenti al popolo dei Longobardi. Quando i Franchi, guidati dal loro re Carlo Magno, li scacciarono dal nord Italia dopo due secoli di dominio con la decisiva battaglia delle Chiuse, alcuni di questi guerrieri in fuga trovarono riparo sui monti. Essi diedero vita così a un nuovo stanziamento che venne naturale chiamare il colle Longobardo, successivamente abbreviato in Colombardo.

A testimonianza di questo insediamento umano esiste, in prossimità del colle verso ovest, un modesto rilievo a forma di "panettone" chiamato Tomba di Matonta. (2.084 m), in cui secondo una leggenda fu sepolta una principessa barbara.

Le voci sul presunto tesoro dei Longobardi sembrano trovare conferma in certi ritrovamenti che sarebbero stati fatti da taluni pastori di Lemie, nel versante della Valle di Viù, sul finire dell'Ottocento.

Dal Colle, dove sorge il santuario dedicato alla Madonna degli Angeli, si può godere di una vista mozzafiato sulle montagne circostanti, un vero paradiso per chi ama la montagna.

Accesso stradale: Dalla tangenziale Torino Nord uscita di Borgaro o Venaria. Seguire poi le indicazioni per le Valli di Lanzo. Dopo Germagnano, seguire le indicazioni per Viù. Una volta giunti a Viù proseguire in direzione di Usseglio. Superato Forno di Lemie - prima di raggiungere Villa di Lemie - imboccare la strada a sinistra seguendo le indicazioni per la frazione Sant'Antonio. Parcheggiare nello slargo che si incontra alla fine della strada asfaltata.

Percorso:  i primi 3 km  si percorrono seguendo la strada asfaltata che si addentra nel bosco. Dopo molti tornanti, al fondo del pianoro si supera il ponte sul Rio di Nanta sulla sinistra e su fondo sterrato si affronta ancora l'ultima parte della salita. Le pendenze sono costanti, con numerosi tornanti sotto la Punta Imperatoria del Civrari, fino alla vasta spianata del Colle del Colombardo, dove sorge la Cappella Madonna degli Angeli.
 

 

 

Informazioni utili

Indice itinerario 
No
Accesso con mezzi pubblici 
No