Colletta Sellar

Punto di partenza

10060 Prali TO
Italy

Punto di arrivo

Italy
Tempo di percorrenza 
2 ore
Quota massima 
2.022 m
Dislivello salita 
399 m
Dislivello discesa 
399 m
Fruizione 
Racchette da neve
Provincia 
Torino
Regione 
Piemonte

La valle Germanasca è da secoli luogo di estrazione di materiali lapidei come il marmo, ma soprat­ tutto  sono presenti  molte cave di talco, alcune di queste ancora attive. L'escursione proposta si snoda lungo una delle strade che conduceva a due di queste miniere, proseguendo fino ad una cava di marmo e infine a Colletta Sellar. 

Accesso stradale:  dalla tangenziale di  Torino, nei pressi dell'uscita  Orbassano, si imbocca la superstrada per Pinerolo. A Pinerolo si svolta a destra per val Chisone­ Sestriere, giunti al paese di Perosa Argentina si prende a sinistra in direzione val Germana­sca - Ghigo. Giunti  al paese di Ghigo passare il ponte sul torrente Germanasca e svoltando a sinistra prima del  paese si seguono le in­ dicazioni per Agape e poi per Indiritti. Una volta giunti  lasciare l'auto  all'ingresso della borgata.

Percorso: lasciata l'auto si torna indietro sulla strada fino a intercettare una sterrata sulla  destra che sale tra i larici, proseguendo si evita la deviazione per le Grange Sapatlè e poco dopo  un'altra deviazio· ne. Si continua  a seguire la strada principale che in alcuni punti diventa un po' più ripida, fino a giungere alle costruzioni delle miniee di talco abbandonate  di Pleinet e Sapatlè: queste sono le miniere più antiche della valle, nonché le più importanti della zona fino al 1800, in quanto erano molto avanzate sul piano dei trasporti a valle dei materiali estratti, riuscendo a trasportare a Perre­ ro più di 600 quintali di talco al giorno.Superate le miniere si continua sulla  strada arrivando fino alla cava di marmo, dove si lascia la strada per salire verticalmente sul vecchio fronte di estrazione, dove occorre fare attenzione in caso di neve abbondante o di crosta gelata.Si raggiunge così la Col­letta Sellar dove si trova ancora oggi una costruzione facente parte della teleferica che trasportava a valle il talco. Nei dintorni sono ancora presenti i fabbricati riservati ai dirigenti  della Società  e  i  baraccamenti  in rovina dove alloggia­vano i minatori.

Informazioni utili

Indice itinerario 
No
Accesso con mezzi pubblici 
No