Tu sei qui

Col Pian Fum - Il Colle delle masche

Punto di partenza

Frazione Tornetti - Alpe Bianca
10070 Viù TO
Italy

Punto di arrivo

Col Pian Fum
Italy
Tempo di percorrenza 
6 ore
Quota massima 
1.999 m
Dislivello salita 
549 m
Dislivello discesa 
549 m
Fruizione 
Racchette da neve
Provincia 
Torino
Regione 
Piemonte

Sul crinale in mezzo alla Val di Viù e la Val d'Ala, tra creste rocciose ed erbose, si trova il Col Pian Fum, valico di facile accesso in qualsiasi periodo dell'anno. Il Colle è uno dei tanti luoghi "leggendari" delle Valli di Lanzo, dove pare si riunissero nei tempi passati al venerdì sera le masche per celebrare i loro riti magici. Arrivati al colle, sulla sua destra, si può ammirare la lunga e bellissima cresta rocciosa, detta Rocca Moross, che, simile al dorso di un dinosauro, si staglia verso il cielo fino a toccare le nuvole.

Accesso stradale: dalla tangenziale Nord di Torino uscire a Borgaro o Venaria. Seguire poi per le Valli di Lanzo e successivamente per Viù. Giunti a Viù si passa una prima piazza e poi una strettoria, poi una piazza più piccola su cui si affaccia l'ufficio postale. Un breve rettilineo porta a  un bivio dove si abbandona la provinciale che scende a sinistra e si prosegue dritto, in direzione Tornetti. La stretta carrozzabile sale con molte svolte sul fianco soleggiato della valle, superando numerose frazioni e casolari. Dopo il paese di Polpresa finisce la salita e si affronta un lungo tratto a mezza costa, si ignora una deviazione per Mezzenile e , superato un rio, si arriva in vista della frazione Tornetti. Arrivati a un bivio si sale a destra passando a fianco della chiesa della frazione e continuando a salire tra i pascoli. L'auto si può lasciare vicino alla fatiscente struttura, costituita dai resti di uno skilift e dal rudere di un albergo mai terminato.

Percorso: il percorso inizia su di un comodo e pianeggiante sterrato. Superata una sbarra, inizia una dolce salita. Dopo alcuni tornanti, aggirando un costone, la vista sull'Alpe Bianca sparisce. Si segue ancora un tratto pianeggiante dove, a monte dello sterrato, si trova la deviazione per il Lago di Viana. Proseguendo lungo la strada si passa ai piedi di un salto roccioso e, poco dopo, si oltrepassa il Rio Viana. Si prende a salire con più decisione, senza prestare attenzione alla deviazione verso L'Alpe Grosso. Il panorama, poco dopo, si apre davanti agli occhi e, superata un'ultima serie di tornanti, si arriva finalmente al Col Pian Furm, a quota 1999. Più in quota si trova il Monte Marmottere .

Informazioni utili

Indice itinerario 
No
Periodo consigliato 
Tutto l'anno.
Accesso con mezzi pubblici 
No