Tu sei qui

MARK TWAIN IN VIAGGIO A TORINO

Correva l’anno 1878 quando Mark Twain, lo scrittore americano noto per il bellissimo romanzo: Le avventure di Tom Sawyer, si mise in viaggio verso Torino.

Subito si innamorò della città sabauda, tanto che, pieno di entusiasmo, scrisse: "Torino è una bellissima città. Come spaziosità supera, io penso, tutto ciò che è mai stato immaginato prima... Le vie sono straordinariamente ampie, le piazze lastricate prodigiose, le case enormi e ben fatte, e riunite in blocchi uniformi che filano via nella distanza diritti come una freccia. I marciapiedi sono larghi quasi come le vie ordinarie in Europa, e sono coperti da un doppio portico retto da colonne e grossi pilastri di pietra. Uno cammina dall'una all'altra di queste spaziose vie sempre al riparo, e tutto il suo tragitto è fiancheggiato dai negozi più graziosi e dai ristoranti più invitanti”.

Lo scrittore americano era nato in Missouri e, come i personaggi di molti dei suoi romanzi, aveva vissuto lungo il Mississippi, godendo di splendidi panorami. Eppure, Twain, scrisse ancora di Torino: "Di sera quando è illuminato a gas e popolato da una moltitudine di gente che vuole divertirsi che va a zonzo, che chiacchiera, che ride, è uno spettacolo degno di essere visto”.

Da questo primo viaggio, per lo scrittore Torino divenne una delle città più elettive.

 

Torino
10100 Torino TO
Italy