I ciciu del Villar

Sulle pendici del monte San Bernardo il località Costa Pragamonti (provincia di Cuneo), si ergono colonne di terra sovrastate da blocchi di pietra, originate dall’azione erosiva dell’acqua: una settantina di sculture naturali che costituiscono il nucleo della piccola area protetta. Di notevoli dimensioni, possono raggiungere un’altezza di cinque metri. Scientificamente sono denominati “piramidi di terra”, ma in questa zona vengono chiamati “ciciu”, proprio per il loro aspetto singolare, che li fa sembrare uomini tarchiati.

 

Le leggende locali ne danno un’origine fantastica: si narra che San Costanzo ( legionario romano della legione "Tebea") fosse arrivato fino al monte San Bernardo, per sfuggire ai soldati romani che volevano ucciderlo; ad un tratto si voltò verso i legionari che lo minacciavano e disse loro: "O empi incorreggibili, o tristi dal cuore di pietra! In nome del Dio vero vi maledico. Siate pietre anche voi!", e così si formarono i "Ciciu" ("L'abbazia benedettina di Villar San Costanzo", Giovanni Lovera").  Questo non bastò però a salvare il santo, che fu raggiunto da altri legionari e ucciso. Nel XII secolo nel luogo dell'uccisione venne costruito il santuario di San Costanzo al Monte. Un'altra leggenda sostiene che i "Ciuciu" siano delle masche impegnate in un Sabba e tramutate in pietra da un uragano.

 

I ciciu del Villar
12020 Villar San Costanzo CN
Italy