Tu sei qui

ADELAIDE, LA CONTESSA DELLE ALPI COZIE

Sulla città di Susa svetta un castello intitolato alla contessa Adelaide, che si erge dall'alto della rocca. In quel maniero, nel 1046, la contessa Adelaide, figlia di Olderico Manfredi, conte di Torino e marchese di Susa e di Berta d'Este, accolse il suo sposo Oddone di Savoia, offrendogli in dote il marchesato di Susa e la contea di Torino.

Le origini di Adelaide sono avvolte nella leggenda, ma si sa con certezza che era pronipote di Arduino il Glabrione, che nel 976 liberò la Valle dai Saraceni.

Adelaide fu un personaggio molto importante per la storia piemontese, visto che fu l'artefice, grazie al terzo matrimonio con Oddone di Savoia, dell'avvento della stirpe dei Savoia e del loro successivo subentro in Piemonte.

Adelaide, soprannominata amabilmente dal suo popolo come la “marchesa delle Alpi Cozie”, governò con pugno di ferro i suoi territori, per difendere le sue prerogative di signora medievale contro le aspirazioni di Comuni e Vescovi. Ma fu anche una generosa mecenate e fece numerose donazioni a chiese e conventi, spesso strategici per il controllo delle sue valli e, dunque, per il vero potere che in quei secoli avevano i Savoia, il passaggio dei valichi alpini.

Si spense ormai anziana, il 19 dicembre del 1091 e fu sepolta nella parrocchiale di Canischio, in valle Orco, poco sopra Cuorgnè, dove era andata a vivere.

 

Castello Adelaide
Via Al Castello, 14
10059 SUSA
Italy