Tu sei qui

SITI PALAFITTICOLI PREISTORICI DELL'ARCO ALPINO

La serie di 111 siti archeologici palafitticoli si trova in Svizzera, Austria, Francia, Germania, Italia e Slovenia ed è composta dai resti di insediamenti preistorici databili tra il 5000 e il 500 a.C. che si trovano sott’acqua, sulle rive di un lago, lungo i fiumi o in aree umide. In nessun altro luogo del mondo è così chiaramente documentata l’evoluzione di abitati neolitici e delle età dei Metalli: i ricercatori sono in grado di ricostruire nei particolari cultura, economia e ambiente tra il 5° e il 1° millennio a.C. Sono italiane le più antiche strutture palafitticole dell’area alpina, risalenti all’inizio del Neolitico, rinvenute sul lago di Varese. Le campagne di scavo archeologico, condotte in alcuni di questi villaggi, hanno permesso di ricostruire la vita nella preistoria da Neolitico all’età del Bronzo nell’Europa alpina e le modalità con le quali le comunità interagivano con il loro ambiente. Questi abitati formano un unico complesso di siti archeologici particolarmente ricchi e ben conservati:essendo collocati per lo più presso le rive dei laghi, nelle zone di torbiera e, più raramente in pianure alluvionali, lungo i fiumi, in terreni saturi d’acqua, il legname da costruzione, i resti di cibi, gli utensili in legno e persino i vestiti, si sono conservati.  Ciò costituisce una delle fonti di informazioni più importanti per lo studio delle prime società contadine in Europa.

Il gruppo di insediamenti entrati nella lista del Patrimonio mondiale comprende anche due siti piemontesi: quello del Lago di Viverone, a cavallo tra le province di Torino e Biella (Viverone BI, Azeglio TO), e il sito del parco naturale dei Lagoni di Mercurago, nel comune di Arona (No).

Il sito di Viverone  è uno dei più importanti abitati palafitticoli dell’età del Bronzo nell’arco alpino e uno dei siti archeologici più importanti a livello internazionale per la ricchezza di manufatti di metallo e di ceramica e per la complessità delle strutture.

Il Parco Naturale dei Lagoni di Mercurago è un'area protetta (Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore) ed il sito ospita una delle prime palafitte scoperte in Europa a metà del XIX secolo e la prima studiata scientificamente in Italia. Gli scavi archeologici hanno permesso il recupero di oggetti in ceramica, armi ed ornamenti metallici, utensili in selce, perle in vetro e manufatti in legno.

Via Umberto I°, 107
13886 Viverone BI
Italy

Informazioni visite

Accessibilità

Altri servizi: