Tu sei qui

FORTE DI GAVI

Il Forte di Gavi è una fortezza storica di tipo difensivo costruita dai genovesi su un preesistente castello di origine medioevale di cui si hanno notizie certa a partire dal XII secolo.Il carattere vero e proprio di fortezza fu raggiunto grazie all'intervento dell'ingegnere militare Vincenzo Maculano detto il Fiurenzuolo, che nel 1625, fu incaricato dalla Repubblica di Genova di studiare il progetto per accrescerne la sicurezza e la potenza bellica. L'attuale configurazione è quella di poligono stellare, caratterizzato da sei bastioni che si protendono ad angoli acuti uniti tra loro da cortine. All'interno del poligono si possono individuare due zone: il maschio o alto forte che racchiude il nucleo originale e la Cittadella o basso forte, costituita dai fabbricati posteriori. Durante i due conflitti mondiali del Novecento, il forte fu adibito ad ospitare i prigionieri di guerra.La fortezza è visitabile nei vari ambienti principali che la compongono: i cortili interno ed esterno, le torrette di guardia, le celle adibite a prigione, i magazzini che servivano per conservare le provviste, gli ingressi al forte dotati di ponti levatoi difensivi. Sale didattiche in cui sono esposti reperti bellici e una sezione di dettagliate tavole descrittive e storiche completano il percorso museale. All'interno della fortezza, che è inserita nel circuito Castelli Aperti, si tengono periodicamente rievocazioni storiche in costume, cicli di conferenze, dibattiti e mostre fotografiche e pittoriche.

Via al Forte, 14
15066 Gavi AL
Italy
Telefono 
0143 643554
Forte di Gavi, fortificazioni del Piemonte

Orario

Ottobre-marzo:giorni feriali e festivi: 8.30-16.30 (durata ultima visita 45 minuti)Aprile-settembre:giorni feriali: 8.30-16.30giorni festivi: 9.30-17.30I giorni di apertura sono variabili, consultare il PDF in “Visita il Forte di Gavi” (www.polomusealepiemonte.beniculturali.it/index.php/musei-e-luoghi-della-...)Giorni di chiusura fissi sono il lunedì e il martedìL’accesso al Forte è previsto con visite guidate dal personale di vigilanza in gruppi di massimo 25 personeLe visite partono ogni ora; si consiglia l’uso di calzature comodeOrario aggiornato in tempo reale: consultare il sito http://polomusealepiemonte.beniculturali.it/index.php/musei-e-luoghi-del...

Tariffe

Ingresso intero 

€ 5,00

Ingresso gratuito 

Prima domenica del mese, biglietto gratuito per tutti i visitatori; cittadini UE minori di 18 anni; docenti delle scuole italiane pubbliche e private paritarie con presentazione della certificazione del proprio stato di docente (scarica il modello certificazione docenti), docenti e studenti delle Facoltà di Architettura, di Conservazione dei Beni Culturali, di Scienza della formazione; corsi di Laurea in lettere o materie letterarie con indirizzo Archeologico o  storico-artistico, delle facoltà di Lettere e Filosofia e dell’Accademia di Belle Arti italiane statali; titolari dell’Abbonamento Musei e Torino+Piemonte Card;personale MiBACT; membri dei Corpi di Stato; Guide Turistiche certificate;interpreti con tesserino di riconoscimento; membri ICOM; giornalisti muniti di tessera professionale;giornalisti iscritti;persone con disabilità e relativi accompagnatori

Ingresso ridotto 

€ 2,50 (cittadini UE 18-25 anni)

Informazioni visite

Visite gruppi
Visite gruppi prenotazione
Visite orari fissi
Visite orari fissi orario 
ogni ora:dalle 8.30 alle 15.30 (orario ultimo ingresso) da ottobre a marzo (giorni feriali e festivi) e da aprile a settembre (giorni feriali)dalle 8.30 alle 16.30 (orario ultimo ingresso) da aprile a settembre (giorni festivi )
Telefono per visite di gruppo  
0143 643554 (Forte di Gavi); Email pm-pie.gavi@beniculturali.it
Visite orari fissi telefono 
0143 643554 (Forte di Gavi)

Accessibilità

Note disabili 

Gratuito per disabile e accompagnatore.
Arrivando in treno fino a Serravalle Scrivia, si può raggiungere il Forte di Gavi con la linea di pullman locale che porta fino a Gavi. Per salire al forte, si può prendere la mulattiera che sale da dietro Piazza Dante (molto ripida e sconsigliata d’autunno e d’inverno, durata salita circa 10’) o la strada asfaltata che all’ingresso della città porta fino al forte (prosecuzione della SP 161, durata salita circa 20’): è la stessa strada che si usa per salire in macchina al forte.
Il museo è dotato di un proprio parcheggio, viene segnalata la presenza di parcheggi riservati a norma di legge per i disabili a circa 20 m dall’ingresso del museo.
L’ingresso al Forte è impervio, è in discesa e con gradinata, ma il Forte è fornito di attrezzatura consona per l’accoglienza dei disabili motori e gli Afav sono addestrati in tal senso
L’esposizione del museo è strutturata su tre piani, per la presenza di forti dislivelli le aree accessibili al disabile motorio sono la cittadella in tutte le sue parti e la sala convegni. Il 18 maggio 2013 è stata inaugurata la mostra “Gavi Campo 05” sul periodo in cui il forte è stato luogo di prigionia nel 1942/43.Attualmente sono aperte al pubblico, il complesso delle sale nell’ex cittadella (compresa la cappella ottocentesca), la Sala Convegni, per manifestazioni temporanee e usufruibile previo pagamento del canone erariale, la polveriera e il suo bastione, il bastione della mezzaluna.
Il museo è dotato di un ascensore che consente di raggiungere la sala convegni e le salette mostra al primo piano.
Sono presenti delle uscite di sicurezza nelle sale del percorso di visita.
E’ presente e accessibile all’accompagnatore il servizio di biglietteria. Il museo non è dotato di un proprio sito internet. E’ possibile prenotare visite guidate tramite il numero di telefono del Forte, ovvero: 0143.643554 oppure tramite mail: pm-pie.gavi@beniculturali.it.
Sono presenti dei servizi igienici a norma per i disabili, nella zona adiacente alla sala convegni.

Altri servizi:

Audioguide