Tu sei qui

CHIESA DI SAN SEBASTIANO

La costruzione del complesso conventuale di San Sebastiano, che avviene tra il 1500 e il 1540, termina soltanto nel 1887. La pianta a tre navate presenta, su quella centrale, una volta a botte decorata con fasce perpendicolari che contengono tre medaglioni dedicati a San Sebastiano. La navata centrale è sorretta da esili colonne; quelle laterali ospitano immagini di gusto erudito classico: filosofi romani e dell´antichità, episodi mitologici o bucolici, figure di condottieri militari romani e greci, iscrizioni a scopo didattico e moralistico. La decorazione ad affresco è di notevole interesse artistico, poiché si ispira al motivo della grottesca, tipico del Rinascimento, che torna in auge dopo la riscoperta della Domus Aurea di Nerone ai Fori Imperiali di Roma, e presenta intarsi di foglie e figure umane stilizzate. L´unica cappella interamente affrescata si trova nella navata sinistra e presenta sulle pareti la Crocifissione e nella lunetta la Pietà. Il coro, in legno intagliato risalente al 1545, opera di Gerolamo de Mellis, è caratterizzato dal singolarissimo motivo decorativo realizzato attraverso l´inserzione di placche di bronzo e di ceramica di Limoges del XIII secolo. Infine, degno si nota è il polittico cinquecentesco di Defendente Ferrari, con al centro Maria, Gesù Bambino e i Santi.

Informazioni visite

Accessibilità

Altri servizi: