Tu sei qui

CATTEDRALE DI SANTA MARIA ASSUNTA

Affacciata su una bellissima piazza circondata da antichi palazzi nobiliari, si trova la cattedrale di Santa Maria, la più grande chiesa del Piemonte e il più importante esempio di gotico dell´Italia settentrionale. Con la chiesa battesimale di San Giovanni e i chiostri dei canonici forma il "complesso episcopale della Cattedrale".
Costruita in stile romanico-lombardo su pianta a tre navate coperta da una spaziosa galleria, ospitava, secondo le usanze del tempo, le riunioni del Consiglio comunale. Nel 1266 il campanile originale è totalmente ricostruito e sostituito con l’attuale. Entro il 1354 anche la chiesa è riedificata nelle forme di un’imponente costruzione a tre navate secondo i canoni del linguaggio gotico lanceolato in cui predomina lo slancio verticale delle strutture. Sul finire del Seicento l’intera fabbrica è coinvolta in un preciso programma di rinnovamento ispirato dal clima della Controriforma. Il promotore del nuovo cantiere è il vescovo milanese Carlo Innocenzo Migliavacca che nel 1694 opera la ristrutturazione dell’area presbiterale di cui commissiona a Federico Cervelli gli affreschi a tema mariano. Risale invece al XVIII secolo l’intero apparato decorativo che riveste le pareti interne. Tra il 1731 e il 1733 l’architetto Benedetto Alfieri realizza l’imponente altare maggiore marmoreo.

Informazioni visite

Accessibilità

Altri servizi: