Badia di Dulzago

Sito di grande interesse, la Badia di Dulzago è fondata nei primi anni del XII secolo dai canonici regolari di Sant’Agostino forse sui resti di un antichissimo centro romano. Durante il XVI secolo la Badia perde la comunità canonicale e viene trasformata in una ricca e produttiva azienda agricola: il cenobio è adattato ad alloggio per i massari e il chiostro ad abitazione amministrativa. La vita della comunità agricola è perfettamente autosufficiente: c’è il forno per il pane, si producono latte e farina, si conservano gli alimenti nella ghiacciaia interrata e c’è addirittura la scuola elementare. Ma durante l’occupazione francese la situazione precipita: le terre e le costruzioni vengono confiscate e vendute. Oggi questo antico centro sopravvive solo grazie alle poche famiglie che ci vivono e lavorano. La Chiesa di San Giulio è stata oggetto di restauro, che ha messo in luce tre absidi romaniche dell’originaria fondazione, i notevoli capitelli sormontanti i pilastri a fascio di separazione tra le navate. La sala capitolare conserva un piccolo ciclo di affreschi dal XIV al XVI secolo, mentre i palazzotti del XV e del XVI secolo (ricavati nell’originario impianto), le stalle e il chiostro sono quasi in rovina. Da rimarcarsi il sarcofago romano convertito ad abbeveratoio per le bestie a cui sono addossati i due pilastri che reggono il porticato.

Fraz. Badia di Dulzago
28043 Bellinzago Novarese NO
Italy

Informazioni visite

Accessibilità

Altre informazioni